BIOGRAFIA

Allievo di Rjszard Cieslak,  figura centrale del Teatro-Laboratorio di Jerzy Grotowski (grande regista e teorico del teatro mondiale), Pietro Ghislandi è attore di professione e ventriloquo per eccellenza. Artista polivalente, vanta un bagaglio quanto mai diversificato in cui la versatilità della voce è l'elemento che più lo contraddistingue.

Ghislandi si rivela al grande pubblico come comico-ventriloquo con il suo pupazzo Sergio nella trasmissione di RaiUno "Fantastico 7" condotta da Pippo Baudo. Da allora il suo pupazzo Sergio diventa compagno inseparabile della sua carriera: complice della sua satira pungente, il pupazzo è una sorta di ingenuo "Pierino" irriverente “voce della coscienza” dell'attore-ventriloquo.

 

Grazie alle sue capacità espressive e alla sua recitazione surreale, simile a quella di Renato Pozzetto, Ghislandi è stato spesso chiamato a ricoprire ruoli da caratterista, lavorando con una buona continuità sia al cinema che in televisione.

 

Nel 1987 viene chiamato dal regista Marco Risi per interpretare con successo il personaggio di una recluta omosessuale nel famoso film "Soldati, 365 all'alba".

 

Ghislandi attore impegnato vanta alcune preziose partecipazioni nel cinema in film come "Muro di gomma" di Marco Risi, "I mitici, colpo gobbo a Milano" di Carlo Vanzina, "Vajont" e "Porzûs" di Renzo Martinelli.

 

Nel 2008 è protagonista del cortometraggio "Ombre" del regista svizzero Alberto Meroni, film vincitore di numerosi premi a festival internazionali del cinema.

 

E' uno degli attori scelti da Leonardo Pieraccioni nei suoi film di successo: "Il principe e il pirata", "Il paradiso all'improvviso", "Ti amo in tutte le lingue del mondo" e, ultimamente, il film "Professor Cenerentolo" nel quale interpreta il galeotto Pangrattato.    

Allievo del Conservatorio "G. Donizetti" di Bergamo, ha insegnato musica, suona il pianoforte ed ha anche inciso 2 dischi: "Pòta Dance" CD di canzoni comiche su ritmi della discodance italiana e "TangentDance" disco singolo che ha vinto il "Festival della canzone satirica di Ascoli Piceno" nel 1993. Ha prodotto il disco del pianista jazz Carlo Magni ed ha composto brani con il fisarmonicista campione del mondo Claudio Ranalli.

 

Le sue esperienze “vocali” iniziate con il famoso cartoonist Bruno Bozzetto, continuano ancora oggi con il doppiaggio dei più famosi personaggi dei disegni animati del "Walt Disney" italiano.

 

Ghislandi ha ottenuto una buona popolarità come attore di spot pubblicitari nazionali: "L'uomo in ammollo", "Acqua Uliveto" con Alex Del Piero e "Caffè Kimbo" con Gigi Proietti. Di recente ha partecipato a varie fiction andate in onda in prima serata su RaiUno: "Il sogno del maratoneta", "Walter Chiari fino all'ultima risata" e " La fuga degli Innocenti" di Leone Pompucci.

Dal 2017 è stato ospite fisso, come comico, nelle 3 edizioni della trasmissione di successo "Turné Soirée" in onda il sabato in prima serata su La1, la rete ammiraglia della RSI, la televisione nazionale svizzera.

È stato uno dei protagonisti del chiacchierato spot pubblicitario "Meteorite" del Buondì Motta che ha ottenuto più di 5 milioni di visualizzazioni.

Ultimamente ha portato in teatro l'opera comica "Rita" con l'orchestra del Conservatorio Donizetti diretta da Roberto Frattini. Ha interpretato "L'histoire du soldat" di Strawinskij con l'orchestra dei Musici del Teatro diretta da Paolo Belloli. 

È stato protagonista nel ruolo del "prete" del concerto-spettacolo "Maledetto Gaetano" in tournée con il coro e l'orchestra del Conservatorio Donizetti di Bergamo, dirette da Roberto Frattini.

Ha recentemente interpretato la parte dello psicologo nel cortometraggio "Non sono più cappuccetto rosso" del regista svizzero Giona Pellegrini.

Ha recitato il ruolo dello Zio Fester della Famiglia Addams nello spot pubblicitario Unieuro, vincitore dell'edizione 2020 del Key Award, Festival Internazionale del Film Pubblicitario.

Tornerà prossimamente in teatro col suo nuovo spettacolo da one-man show.

© 2017 by Stf Stencil